Domande o frasi da non dire in Islanda

Spesso domande o frasi consuete che facciamo abitualmente da viaggiatori possono metterci in imbarazzo, quindi è meglio sapere in anticipo alcune cose e non chiedere durante un viaggio in Islanda.

Se vogliamo bere od acquistare alcolici, non chiediamo alle persone del luogo dove possiamo comperare alcolici a poco prezzo, in Islanda bere alcolici è molto costoso e la regolamentazione per la vendita degli alcolici è molto rigida. È possibile acquistare alcolici nei soli negozi statali autorizzati. Ci sono tutto sommato pochi negozi autorizzati alla vendita di alcolici in Islanda e si chiamano Vinbudin. È possibile trovare birre o bevande con grado alcolico inferiore al 2,5% in alcuni supermercati ma a caro prezzo. Quindi per bere un drink senza troppi affanni e ad un prezzo non troppo esoso; birra locale e non d'importazione e anche gli happy hour posso essere un luogo dove godersi un drink.

Stessa cosa per mangiare qualcosa velocemente e a buon mercato. L'ultimo Mc Donald ha chiuso nel 2009, quindi se chiedete ad un Islandese dove poter mangiare un hamburger ricordatevi di non nominare il famoso Mc, ma chiedete solo dove poter mangiare un hamburger. Molto buoni sono gli hamburger venduti dai chioschi locali.

Nessuna mancia obbligatoria, sia nei Bar che nei Ristoranti, è tutto compreso nel prezzo, lo stesso per i taxi ed altri servizi.
Quindi non preoccupatevi, i lavoratori del settore dei servizi non contano su mance come parte del loro stipendio.

Non c'è assolutamente alcuna cultura di mercanteggiare in Islanda, né nei ristoranti né nei negozi.

I prezzi sono fissi e, pertanto, l'importo da pagare è quello indicato sul menu o sulla targhetta del prezzo.
Quindi chiedere sconti o voler mercanteggiare potrebbe infastidire i commercianti.

Anche per le code, sopratutto nei bar e nei negozi, è abbastanza inutile chiedere dove inizia la fila, gli Islandesi sono al quanto indisciplinati su questo punto.

Non chiediamo dove è la stazione più vicina.
In Islanda non c'è ne ferrovia ne metropolitana. Aereo, Bus, Auto e a piedi, così ci si muove in Islanda.

Nel caso decidiade per un'escursione a cavallo o vi troviate vicino a dei cavalli, è bene sapere che non sono Pony ma Cavalli. La razza è stata sviluppata in Islanda e per via delle restrizioni rispetto all'importazioni di animali, non ci sono possibilità di incroci con altre razze, così la razza di cavallo Islandese rimane molto piccola.
Ma ricordate non sono Pony, quindi è bene evitare di chiedere "un cavallo vero" nel caso di un'escursione o di ironizzare.

Per quanto riguarda le condizioni climatiche ci sono molte stazioni ufficiali che vi terranno informati nel caso dobbiate avventurarvi nell'entroterra, fate affidamento su quelle. Ma se volete uscire a far due passi non chiedete ad un Islandese che tempo farà. In Islanda è impossibile sapere se pioverà o ci sarà il sole. Un adagio Islandese recità così: Non ti lamentare del brutto tempo di oggi, domani potrebbe essere peggio. Quindi portare con noi un k-way è sempre un'ottima idea.

Un'ultima cosa. Se nontate un passeggino sul marciappiede con dentro un bambino, nessun allarme, probabilmente chi si occupa di lui sta prendendo un caffè o facendo acquisti, non è stato abbandonato o dimenticato.
takk fyrir e boun viaggio.

Share it