Covid-19, L'Islanda riapre

L’Islanda può vantare una situazione invidiabile nella lotta contro la pandemia: con una strategia in tre fasi particolarmente efficace e graduale tra lockdown e ripartenze, ha praticamente annientato l’odioso virus.
Ora parte la quarta fase: riaprono ristoranti, palestre, piscine, luoghi d'incontro. Restano solo severi controlli all'aeroporto di Keflavík con tanto di cani addestrati a fiutare il virus. 
La più significativa novità per chi vuole andare in Islanda, è che già da subito si semplificano le regole di ingresso per chi ha ricevuto il sospirato vaccino o per chi è già stato contagiato: è uno dei primi paesi al mondo a prendere questa importante decisione.

Attualmente la situazione Covid in Islanda:

La situazione riguardo all’evoluzione della pandemia qui è particolarmente buona: nessun contagio nelle ultime settimane (marzo 2021)
Sulla mappa dell'Autorità europea per la lotta alle pandemie e il loro controllo, la democrazia dei ghiacci dei vulcani e dei Geyser è l'unico Paese segnato in verde ormai da un mese. Tra gli Stati europei, per statistiche ufficiali sui contagi, l'Islanda è seconda solo allo zero contagi dichiarato dalla Città del Vaticano.
Guarda le statistiche aggiornate sulla pagina ufficiale in merito all' aggiornamento governativo

Viaggiare in Islanda nell’era COVID (valido fino al 1 maggio)

Fino al 30 aprile, per gli europei che entrano in Islanda è richiesto doppio tampone e 5 giorni di quarantena, che si evita se vaccinati o già contagiati in precedenza.
Dal 1° maggio le regole d’ingresso vengono alleggerite, evitando la quarantena anche a chi non ha gli anticorpi, purché il paese di provenienza sia del “colore giusto” (fonte).

Qual'è la tua condizione?

covid in islanda, immunizzati

HAI GIA' CONTRATTO IL COVID IN PRECEDENZA?
Sarai esentato da tutte le misure di quarantena.

Sarà necessario presentare un certificato che attesti che hai, nel sangue, gli anticorpi del Covid. Il certificato deve essere prodotto da un laboratorio all'interno dell'area SEE / EFTA (Lo Spazio economico europeo) e può essere in formato cartaceo o elettronico.
Il controllo di frontiera valuterà se un certificato è valido.
I seguenti certificati sono considerati una conferma valida di una precedente infezione da COVID-19:

  1. Risultato positivo del test PCR per SARS-CoV-2 / COVID-19 che è più vecchio di 14 giorni.
  2. Presenza di anticorpi contro SARS-CoV-2 / COVID-19 misurata mediante test sierologico ELISA
    EIA, ECLIA, ELFA, CMIA, CLIA, CLMIA sono test equivalenti a ELISA

Tutte le info che devi capire sono qui: Certificates regarding previous COVID-19 infection


covid in islanda, vaccinati

SEI VACCINATO?
Sarai esentato da tutte le misure di quarantena 

Sarà necessario presentare un certificato che attesti che ti è stato inoculato il vaccino. Ad oggi sono accettati vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna, AstraZeneca. Il certificato può essere in formato cartaceo o elettronico. Il controllo di frontiera valuterà se un certificato è valido. 
Esso deve essere comprensibile anche per il personale di frontiera islandese, quindi deve presentato in inglese, islandese, danese, norvegese, svedese o francese, quindi deve essere accompagnato da una traduzione certificata.
Esso includerà le seguenti informazioni: nome e cognome (come nei documenti di viaggio); Data di nascita; Nazionalità; Numero di passaporto (o numero di documento di viaggio) e la data delle vaccinazioni eseguite.

Tutte le info che devi capire sono qui: Certificate of vaccination against COVID-19 accepted at the border


covid in islanda, non immunizzati

NON SEI IMMUNIZZATO?
Per chi non ha già gli “anticorpi” le regole previste saranno definite dal “colore”  del paese di provenienza:
-           Se Italia ed eventuale paese in transito saranno di colore VERDE o ARANCIO: richiesto test alla partenza, nessuna quarantena.
-           Se Italia ed eventuale paese in transito saranno di colore ROSSO o GRIGIO:  obbligatorio doppio test e quarantena di 5 giorni
Questo il link di riferimento per determinare “il colore” del paese di provenienza
https://www.ecdc.europa.eu/en/covid-19/situation-updates/weekly-maps-coordinated-restriction-free-movement  

 

 

Da sapere se vuoi andare in Islanda:

Prima di partire: Sarà necessario compilare il modulo on line https://visit.covid.is/ Esso contiene un modulo che è da compilare e spedire in Islanda almeno 72 ore prima dell'arrivo. Verrà chiesto anche di scaricare la app di tracciamento Rakning C-19, e consultare il sito https://www.covid.is/app/is


ANDARE IN ISLANDA SENZA RISCHI

E' possibile prenotare i servizi della tua vacanza in Islanda senza rischiare: buona parte dei fornitori di servizi (alberghi, autonoleggi, guide, bus) garantiscono rimborso senza penalità in caso di cancellazioni legate alla pandemia (cancellazioni di volo, paesi che cambiano “colore”, obbligo di quarantena….): buona flessibilità anche dalle compagnie aeree. Possibilità di aggiungere coperture assicurative che coprono anche rischi dovuti alla pandemia.
E' possibile prenotare i servizi della tua vacanza senza rischiare un euro. Leggi qui quali novità dal mondo di Islanda.it

le fonti:

https://www.covid.is/categories/tourists-travelling-to-iceland
www.covid.is/english.
https://visit.covid.is/

Share it