Museo Arbaejarsafn

Il Museo Arbaejarsafn è un museo storico all’aperto della città di Reykjavík. Il suo scopo è quello di mostrare al pubblico le condizioni di vita, il lavoro e le attività ricreative degli abitanti di Reykjavík tra l’800 e il 900.

Intorno alla metà del 20° secolo, ci fu una crescente preoccupazione che la "vecchia Reykjavík " stesse scomparendo per sempre La prima idea del Museo Arbaejarsafn risale al 1942, quando fu presentata una mozione popolare al consiglio comunale. La richiesta fu accolta e trasmessa alla Reykjavík Society. A quel punto iniziò la raccolta sistematica dei documenti sulla storia della città, ponendo anche le basi per la creazione di un vero e proprio archivio storico.

Dopo questo immenso lavoro di raccolta, nel 1954 furono fondati ufficialmente l'Archivio di Reykjavik e la Collezione Storica e Lárus Sigurbjörnsson, il direttore, si mise subito a raccogliere i documenti e le testimonianze che potessero essere utilizzati per il Museo Arbaejarsafn.

A questo punto, le cose cominciarono a muoversi rapidamente. La vecchia fattoria Arbaer, che a lungo era stata utilizzata come locanda da sosta per le persone in viaggio da e per  Reykjavík, ormai abbandonata e con gli edifici agricoli in cattive condizioni, fu recuperata. Così che, nel 1957, il consiglio comunale decise che doveva essere creato il Museo Arbaejarsafn: un museo pubblico e all'aperto con vecchie case di valore storico che ricreassero l’antico stile di vita degli islandesi.

Il Museo Arbaejarsafn è stato concepito anche come un archivio storico di Reykjavík, e, come già accennato, come un museo a cielo aperto dove è stato ricreato in modo autentico l’ambiente e la vita delle generazioni passate. Comprende circa 30 edifici. Risalgono al periodo 1820-1920. Ogni domenica sono previste manifestazioni di vario genere e musica dal vivo. Mentre, tutti i giorni ci sono anche delle dimostrazioni sulle mansioni tradizionali degli artigiani dell’epoca. La mungitura avviene alle 16:30 ed è sempre un evento molto apprezzato, soprattutto dai bambini. Si possono fare anche delle escursioni a cavallo. Se siete in vacanza con la vostra famiglia è veramente un’occasione da non perdere!

Nel 1957, quando è stato fondato il Museo Arbaejarsafn si trovava a poca distanza dai centri abitati di Reykjavík. Da allora la città è cresciuta notevolmente e arriva oltre la zona del museo. Nel 2006, il Museo Arbaejarsafn ha aperto una nuova sezione nel centro della capitale islandese. Tale mostra si chiama Reykjavík 871 ± 2. Sempre nello stesso anno è stato premiato come il miglior museo islandese.

Share it