Islanda In Camper

Percorrere l’Islanda in camper è certamente un esperienza unica, che sia un viaggio estivo o invernale significa muoversi in piena libertà senza la preoccupazione di possedere una prenotazione alberghiera: d'estate significa immersi in paesaggi naturali e selvaggi nel verde più acceso delle giornate di sole; d’inverno (per i più impavidi) per l’attività di avvistamento del fenomeno dell’aurora boreale.

Nel mezzo le località di interesse maggiore come Geysir, Tvinghellir, Jokursarlon e le innumerevoli cascate.

Qual'è la normativa che regola i soggiorni nei campeggi in Islanda?

Considerando la libertà negli orari e la possibilità di effettuare un unico trasporto dei bagagli per non cambiare sistemazione notte dopo notte durante il soggiorno, la soluzione viaggio in camper è sempre più spesso la scelta di mini gruppi o realtà familiari; in particolare in estate.

Normativa sui Camper in Islanda

A partire dal 2015 per i camper non è previsto il pernottamento al di fuori delle aree attrezzate (campeggi) o dalle aree di parcheggio indicate ma è comunque possibile pernottare in qualsiasi luogo, previa autorizzazione del proprietario.
L’aspetto principale da mettere a fuoco è che l'Islanda impone la consapevolezza della diversità ed integrità del territorio che si visita e l’assoluto obbligo morale di non modificarne le caratteristiche e lasciarlo esattamente come lo si ha trovato (anche meglio possibilmente). Nel caso foste in situazioni non consone a questo principio (che tra l’altro prevede di non porre gli pneumatici fuori dall'asfalto se non espressamente previsto dalla tipologia del mezzo) sareste abbondantemente multati, e da queste parti non sono certamente i più teneri. 

Viaggi in camper?
[ Scopri gli itinerari in Camper in Islanda ]

Problemi e soluzioni col Camper in Islanda

La strada circolare che compie il periplo dell’Isola è sempre tenuta transitabile anche se in inverno e primavera, raramente in estate, è il tempo che non concede tregua. La strada numero 1, sebbene la principale, è per la maggior parte a 2 corsie, una per ogni senso di marcia ed è sufficiente un piccolo tamponamento per provocare lunghe file.
Ma probabilmente la problematica maggiore è costituita dagli animali, ed in particolare pecore, che potreste improvvisamente trovarvi di fronte e magari di notte.
Per le aree di sosta e servizi forniti avete ampia scelta nel web di mappe e siti differenti a seconda dell’associazione, della tipologia e della proprietà delle eventuali aree/strutture. Tenere sempre a mente la caratteristica desertica del territorio e di conseguenza la relativa reperibilità di servizi (come luce, bagni, aree cucina ecc. ecc.).
Più vi allontanate dai centri abitati e meno servizi troverete (alcuni campeggi sono solo delle ampie aree erbose, magari in posizioni fantastiche , ma sempre e solo ampie aree erbose).
Quindi fate attenzione e studiatevi bene l’itinerario ma non sottraetevi all’opportunità di compiere un affascinante viaggio nelle estreme aree nordiche del pianeta.

In Islanda si può camperggiare ovunque?

La normativa aggiornata può essere consultata qui.

Ci sono varie cose da tenere a mente se hai intenzione di campeggiare o trascorrere la notte fuori dai campeggi organizzati. Nel novembre 2015, è entrata in vigore una nuova legislazione sulla conservazione che ha apportato modifiche a dove è consentito accamparsi. Ad esempio, ora è illegale passare la notte in roulotte, camper, roulotte, camper o simili fuori dai campeggi organizzati o dalle aree urbane a meno che il proprietario del terreno o il titolare dei diritti non abbia dato il loro permesso. 

Viaggi in camper?
[ Scopri gli itinerari in Camper in Islanda ]

Dove posso campeggiare in Islanda?

Lungo i percorsi pubblici delle aree abitate, è possibile montare una tradizionale tenda da campeggio per una notte su un terreno incolto, a condizione che non vi siano campeggi nelle immediate vicinanze e che il proprietario del terreno non abbia limitato o vietato l'accesso, il passaggio o la permanenza nell'area mediante segnaletica su cancelli e percorsi pedonali.
Lungo i percorsi pubblici in aree disabitate, puoi piantare una tenda da campeggio tradizionale su un terreno di proprietà privata o su un terreno nazionale.
Lontano dalle strade pubbliche, è possibile piantare una tenda da campeggio tradizionale, su terreno di proprietà privata o nazionale, se non diversamente indicato in regole speciali che potrebbero essere applicabili al territorio in questione.

Quando devo ottenere il permesso del proprietario del terreno?

Se hai intenzione di accamparti vicino a luoghi di insediamento umano o fattorie.
Se hai intenzione di campeggiare per più di una notte.
Se hai intenzione di piantare più di tre tende.
Se la terra è coltivata.
Se si prevede di utilizzare rimorchi tenda, camper tenda, roulotte, camper o simili al di fuori di campeggi organizzati o aree urbane.

Ci sono zone in cui non posso campeggiare / passare la notte?

I proprietari di terreni o i titolari dei diritti possono limitare o vietare il campeggio se esiste un rischio sostanziale di danni all'ambiente naturale del Paese.
Se il proprietario del terreno o il titolare dei diritti ha preparato un'area speciale per il campeggio sul proprio terreno, può indirizzare i viaggiatori verso di essa e addebitare una commissione di servizio. Allo stesso modo, se c'è un campeggio nelle vicinanze, il proprietario del terreno o il titolare dei diritti può indirizzare i viaggiatori ad esso.

Potrebbero esserci restrizioni al campeggio nelle aree protette di: Álafoss, Blábjörg á Berufjarðarströnd, Bringur í Mosfellsdal, Dimmuborgir, Dynjandi, Dyrhólaey, Fjallabak, Grábrókargígar í Norðurárdal, Herðubreiðarfriðland, Hverfjall/Hverfell, Ingólfshöfði, Kattarauga, Kirkjugólf, Mývatn, Seljahjallagil, Bláhvammur, Þrengslaborgir e aree limitrofe, Skógarfoss, Skútustaðagígar, Snæfellsjökull National Park, Ströndin við Stapa og Hellna, Teigarhorn, Vatnajökull National Park, Vatnsfjörður Þingvellir National Park

Vuoi farci un pensierino?
[ Scopri gli itinerari in Camper in Islanda ]

Share it