Il vulcano islandese Fagradalsfjall dà spettacolo

Un vulcano erutta vicino a Reykjavik, la capitale dell'Islanda, dopo che il paese è stato scosso da decine di migliaia di terremoti nelle ultime settimane; la fontana vulcanica s'è ridestata qualche sera fa, a quasi 40 chilometri dalla capitale islandese, Reykjavik, mentre una nuvola rossa illuminava il cielo: niente paura, l'eruzione è stata classificata come piccola.
Una fessura tra i 500 ei 750 metri si è formata nel sito dell'eruzione, da cui è fuoriuscita lava con spruzzi alti fino a 100 metri di altezza.
E' stata immediatamente istituita una no-fly zone.

L'eruzione arriva dopo che nelle ultime settimane si sono verificati decine di migliaia di terremoti nei  pressi della capitale dell'Islanda. Il sistema vulcanico Krysuvik si trova a sud del monte Fagradalsfjall (letteralmente la montagna della bella valle dei castrati), nella penisola di Reykjanes nell'Islanda sud-occidentale (non lontano dall'aeroporto di Keflavik e dalla laguna blu) e la spettacolare eruzione del vulcano islandese ha risvegliato il Fagradalsfjall da un “sonno” durato 9 secoli.

Dove si trova Fagradalsfjall?

Questo ancora oggi attira migliaia di curiosi, accorsi dalla vicina capitale Reykjavik.

"Tutti salgono in macchina per arrivarci", ci hanno detto.

L'aeroporto internazionale islandese di Keflavik e il piccolo porto peschereccio di Grindavik sono a pochi chilometri di distanza, ma la zona è disabitata e l'eruzione non dovrebbe essere pericolosa.

  • Questa zona non vedeva un’eruzione da 800 anni. Certo che dopo tanti terremoti l’eruzione era inevitabile e ormai non era più una questione di “se” ma di “ quando”. Gli esperti hanno rilevato un rialzamento del suolo in alcune aree, rigonfiamento che implica che sotto ci sia qualcosa che aumenta di volume. In poche parole la crosta terrestre qui è così sottile che se il magma sottostante cambia forma (aumenta di volume o di temperatura ecc ecc), la crosta si spacca e inizia l’eruzione. E infatti ieri sera l’eruzione è iniziata. La zona non è accessibile in macchina e la protezione civile vieta di avvicinarsi e di fare i curiosi. 
    (Post del 20 marzo 2021 ore 13.54 da https://www.facebook.com/marina.boffellive)

 

"Riesco a vedere il cielo rosso dalla finestra", ha detto Rannveig Gudmundsdottir, un residente di Grindavik, a soli 8 km dall'eruzione.

Più di 40.000 terremoti, alcuni di magnitudo considerevole fino a 5,7, si sono verificati dal 24 febbraio vicino alla capitale islandese. Ce ne sono più di tutti quelli registrati nell'ultimo anno. Ai residenti della città di Thorlakshofn, a est del sito dell'eruzione, è stato consigliato di rimanere in casa per evitare l'esposizione al gas vulcanico.
Le stime non prevedono che l'eruzione soffierà cenere o fumo nell'atmosfera, come accadde nel 2010.

Situata tra le placche tettoniche dell'Eurasia e del Nord America, tra le più grandi del pianeta, l'Islanda è un punto caldo di attività vulcanica e sismica poiché le due placche si muovono in direzioni opposte.

Eruzione live: 

Volcanic eruption in Iceland Live:

Cerca su Youtube

 

Volcanic eruption in Iceland on Youtube:

Share it