Guida Islanda

Vatnajokull National Park

Il Vatnajokull National Park è stato istituito il 7 giugno del 2008.

 

Parco Nazionale Vatnajökull

Parco Nazionale Vatnajökull La Guida di Islanda.it

Con la sua creazione è stata accorpata all’ area del ghiacciaio da cui prende il nome i già esistenti Skaftafell National Park a sud ovest, il Jokulsargljufur National Park nel nord, i campi di lava limitrofi al ghiacciaio ( Hagonguhraun, Veidivatnahraun, Vesturoraefi ), l’ area del Mt. Snaefell, Eyjabakkar e parte dell’ area di Hraun a nord del ghiacciaio occupando in totale circa il 13% del territorio islandese, attestandosi tra i maggiori parchi per estensione d’ Europa. La maggior parte delle aree del parco sono di proprieta dello Stato.

E’ inoltre previsto l’ accorpamento di altre aree tra le quali quella di Langisjor e del suo lago ad ovest del ghiacciaio.

Le qualità uniche del Parco Nazionale del Vatnajokull sono in primo luogo la sua grande varietà di elementi caratteristici del paesaggio, creati dalle forze combinate di fiumi, ghiacciai e dall’ attività vulcanica e geotermica.

I centri di accoglienza / informazioni per i visitatori sono a: Asbyrgi, Myvatn, Skriduklaustur, Hofn, Skaftafell, Kirkjubaejarklaustur.

Il ghiacciaio  Vatnajokull

Il Vatnajokull è il più grande ghiacciaio d’ Europa, con una superficie di 8.100 kmq. In media ha uno spessore che varia dai 400 / 600 mt. ad un massimo di 950 nascondendo sotto di se una serie di montagne, valli, altipiani e vulcani, tra i quali il Bardarbunga ( il più grande ) e il Grimsvotn ( il più attivo ). Mentre la calotta polare si erge al massimo fino ai 2000 mt. slm. la base del ghiacciaio raggiunge il suo punto più basso a 300m sotto il livello del mare.

A Nord

Il paesaggio che circonda il ghiacciaio a nord è estremamente variegato. L’ altopiano è percorso da fiumi glaciali dagli impetuosi flussi estivi. I vulcani di Askja, Kverkfjoll e Snaefell troneggiano sulla regione, insieme alla montagna vulcanica Herdubreid, che gli islandesi chiamano la regina delle montagne. Ancora più a nord le enormi inondazioni glaciali hanno scavato il canyon del Jokulsargljufur dove la possente cascata di Dettifoss ( la più grande per estensione in Europa ) ne caratterizza il paesaggio. Le formazioni sceniche di Hljodaklettar a ferro di cavallo e le scogliere di Asbyrgi caratterizzano l’estrema parte a nord del parco.

A Sud

Il lato sud del Vatnajokull è caratterizzato da alte dorsali montuose ( tra cui il vulcano Oraefajokull e la vetta più alta di Islanda, il monte Hvannadalshnukur ) , con i ghiacciai che scavalcandole giungono giù fin sulla pianura e poi al mare. A sud ovest, al riparo dal ghiaccio, l’ oasi di vegetazione di Skaftafell si affaccia sulle sabbie nere depositate sul lato ovest del fiume Skeidara. Sabbie per lo più composte da cenere frutto delle frequenti eruzioni del Grimsvotn e portate a valle dal fenomeno delle inondazioni glaciali ( i conseguenti scioglimenti improvvisi e talvolta devastanti del ghiaccio causati dalle eruzioni che avvengono al disotto della calotta ).

Ad Ovest

Il paesaggio ad ovest del Vatnajokull è caratterizzato dagli effetti delle due più grandi eruzioni vulcaniche avvenute al mondo in tempi recenti; quella del vulcano Eldgja nel 934 e del Lakagigar 1783 – 1784. L’ area di Vonarskard, a nord – ovest del ghiacciaio, è una zona caratterizzata dal terreno spesso colorato e ad alta temperatura, una zona spartiacque tra Nord e Sud dell’ Islanda.

Maggiori info sul sito: Vatnajokull National Park

Islanda.it

Islanda.it

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento