Þvörusleikir ( Thvorusleikir ): il quarto degli Elfi di Natale

Dic 15, 14 • NewsNo Comments

Þvörusleikir ( Thvorusleikir ) Colui che lecca il cucchiaio.

Þvörusleikirelfidinatale E’ estremamente magro per la sua malnutrizione e ruba il Þvörur ( Thvorur – un tipo di cucchiaio in legno ), per leccarlo.

Oggi i Bambini d’ Islanda hanno ricevuto la visita del quarto degli Elfi di Natale sceso dai monti. Chissa cosa avrà lasciato nella loro scarpa dopo aver rubato e leccato il cucchiaio.

Noi, intanto, continuiamo a conoscere gli usi e le tradizioni dei festeggiamenti del Natale in Islanda e i fantastici personaggi che le animano.

Lo Yule Cat e l’ usanza degli Islandesi di donare ed indossare nuovi capi d’ abbigliamento per Natale.

Lo Yule Cat è un’ altro dei personaggi che animano il Natale islandese ed anche su di lui non esistono certezze su chi sia e da dove provenga. Ma come ormai abbiamo capito, le figure che animano le storie ed i racconti tradizionali in Islanda, siano essi antichi o moderni, siano importati o nativi d’ Islanda, hanno un ruolo ed una loro utilità.

Sulla natura e la provenienza dello Yule Cat si sa poco, molti lo associano alla tradizionale usanza Scandinava, che vede le persone indossare maschere da Renna durante l’ Avvento, il periodo che precede il Natale.

Ma lo Yule Cat ha poco a che vedere con questa gioisa usanza dei popoli Scandinavi.

Come abbiamo visto in precedenza, uno dei tradizionali compiti che si svolgeva nel periodo dei precedente i festeggiamenti, era quello di confezionare capi d’ abbigliamento nuovi. Questo, sia durante il Paganesimo, in cui si celebrava il solstizio d’ inverno e poi dopo la conversione al Cristianesimo, era usato sia per barattare i capi d’ abbigliamento con la merce che sarebbe stata usata e consumata durante i festeggiamenti, sia per donare questi nuovi capi ai lavoratori delle fattorie.

Yulecat

Ed ecco che compare il nostro Gatto di Natale.

Molto probabilmente gli islandesi adottarono l’ usanza di travestirsi nel periodo dei festeggiamenti come i vicini scandinavi, anche se non vi è testimonianza di questo. Comunque, sembra che questo abbia dato natura all’ espressione ” vestire da Gatto “, che indicava il fatto che non si erano ricevuti nuovi capi d’ abbigliamento in dono. Nel tempo, questa espressione viene reinterpretata dagli islandesi come ” að fara í Jólaköttinn “, letteramente ” a finire dal Gatto di Natale “. Da qui si diffuse il luogo comune che, lo Yule Cat mangia coloro che non hanno ricevuto nuovi capi d’ abbigliamento da indossare durante i festeggiamenti.

È chiaro a tutti noi quanto sia importante un buon capo d’ abbigliamento nell’ Isola di Ghiaccio e Fuoco, quindi possiamo immaginare quanto valore questo aveva.

Infatti, i capi d’ abbigliamento confezionati in questo periodo, oltre che ad essere usati come merce di scambio, avevano la funzione di stimolare i propri lavoratori a fare bene e meglio, così avrebbero ricevuto il loro dono. Contrariamente, il non ricevere nessun capo d’ abbigliamento in dono, indicava il fatto che non si era un buon lavoratore o che non si era fatto abbastanza. A queste persone ci si riferiva con l’ espressione ” að fara í Jólaköttinn “, che attribuisce, nell’ immaginario collettivo degli islandesi, quella caratteristica malvagia al Gatto di Natale: lo Yule Cat mangerà coloro i quali non avranno ricevuto alcun nuovo capo d’ abbigliamento in dono.

Questa tradizionale usanza, però, vedeva i meno abbienti o coloro che per qualche circostanza sfavorevole non avevano la possibilità di indossare un capo d’ abbigliamento nuovo per i festeggiamenti penalizzati, e quindi sarebbero finiti tra le fauci dello Yule Cat. Così, questa terribile circostanza, aveva anche un’ altra funzione; quella di invitare chi possedeva di più a donare ai meno fortunati, così che potessero anche questi festeggiare senza l’ incubo di essere divorati dal Gatto di Natale.

Alcune recenti notizie dicono che lo Yule Cat sia il gatto di Gryla e Leppaludi, gli orribili Troll che hanno dato i natali agli Yule Leds, gli Elfi di Natale, e che viva con loro nella loro grotta.

Comunque sia, nel periodo che precede il Natale, sulla meravigliosa Isola di Ghiaccio e Fuoco si aggira lo Ylue Cat; fate bene e meglio il vostro lavoro e siate disponibili nel donare a coloro sono meno fortunati di voi…. ma sopratutto donate un nuovo capo d’ abbigliamento ai vostri cari, da indossare il 24 Dicembre, come tradizione vuole, quando le campane annunceranno l’ inizio dei festeggiamenti per il Natale.

Islanda.it

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento