Guida Islanda

Þingvellir ( Thingvellir ) National Park

Parco Nazionale di Thingvellir ( che potete trovare scritto anche come Þingvellir ) è stato dichiarato parco nazionale nel 1930 con una legge speciale che recita ” sacrario nazionale protetto per tutti gli Islandesi, perpetua proprietà della nazione Islandese sotto il controllo diretto del parlamento, mai vendibile o ipotecabile “.

Parco Nazionale di Thingvellir

Parco Nazionale di Thingvellir. La Guida di Islanda.it

Nell’ area non sono presenti aree abitate e la popolazione può usufruirne per visitarla ed approfittare della sua bellezza ma non stabilirsi o creare strutture.

E’ forse uno dei luoghi maggiormente visitati dai viaggiatori stranieri, che vi si recano solitamente all’ inizio del loro viaggio per cominciare ad adattarsi e a capire le enormi forze della natura che regolano l’ intero territorio.

Grazie alla sua particolare posizione geografica ( posizionata dove il fenomeno dell’ unione delle faglie è sicuramente più evidente e perfino ” calpestabile “), alla sua vicinanza dalla capitale e alla sua importanza ” storica ” ( sede del primo parlamento islandese e primo parlamento al mondo ) è il luogo che maggiormente raccoglie in se stesso le molteplici caratteristiche della nazione islandese.

Il Parco Nazionale di Thingvellir è uno dei più conosciuti parchi naturali dell’ Islanda, molto apprezzato per i suoi spettacolari geyser e per la sua notevole bellezza paesaggistica. L’ istituzione del Parco Nazionale di Thingvellir risale al 1930: questo meraviglioso Parco che sorge nella parte sud – ovest dell’ Islanda nei pressi della penisola di Reykjanes e della zona vulcanica di Hengill ( a circa cinquanta chilometri di distanza dalla capitale Reykjavik ), è un Parco di grande rilevanza dal punto di vista culturale, storico e geologico. Non per nulla è una tappa di viaggio che solitamente i turisti inseriscono all’ interno della loro vacanza in Islanda: il Parco Nazionale di Thingvellir ( Patrimonio Culturale della lista Unesco ) fa parte anche del famoso “ Circolo d’ Oro ”, insieme a due altre mete imperdibili di un viaggio in Islanda come la cascata di Gullfoss e i geyser di Haukadalur.

Il Parco Nazionale di Thingvellir sorge in un punto di grande interesse geologico, sulla fossa tettonica islandese: si tratta del punto in cui la zolla americana e quella europea si allontanano l’ una dall’ altra. Disteso lungo le rive settentrionali del lago più grande dell’ Islanda, il Thingvallavatn, il Parco di Thingvellir offre una bellezza paesaggistica davvero incredibile, quasi idilliaca.

Ecco le cose da non perdere nel parco: La faglia di Almannagja, la cascata di Oxarafoss e Il lago Thingvallavatn

Il paesaggio del Parco Nazionale di di Thingvellir è di tipo vulcanico, con parecchie faglie e gole che testimoniano il fenomeno naturale della deriva dei continenti. Proprio una di queste faglie, la faglia di Almannagja (che significa “ gola di tutti gli uomini ”) è meravigliosa e rappresenta uno dei punti di maggiore interesse naturalistico del parco. Lunga circa 5 chilometri, questa faglia è un vero e proprio canyon nel quale potrete anche ammirare la stupenda cascata di Oxarafoss, che ha origine dal fiume Oxara ( bellissimo fiume il cui corso interessa tutto il Parco di Thingvellir ). Molto bello anche il lago Thingvallavatn, ricco di salmerini artici dove è possibile la pratica dello Snorkilng, sia nel lago che nella faglia – di – silfranella, la sotterranea faglia di Silfra.

Ulteriori info sul Parco Nazionale Thingvellir e possibili attività qui:

Thingvellir: Storia e Natura

 

Islanda.it

Islanda.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento